Prodotto aggiunto

Vésti(ti) di te.

Vésti(ti) di te è la nuova collezione autunno/inverno de ‘La ragazza dello Sputnik’ ma è, soprattutto, un invito. Un invito a tutte le donne perchè vadano sempre alla ricerca, nel mondo, di ciò che racconti chi sono e chi desiderano essere.

Ho iniziato a pensare a questa collezione quando nel resto del mondo la primavera stava per esplodere e qui in Sicilia sembrava fosse già arrivata l’estate. Via i maglioni e i collant, spazio agli shorts, alle scarpe aperte, ai vestitini svolazzanti e soprattutto alla nuova luce del sole che in primavera sembra quasi sussurrarti, incessante, ‘va fuori e mangiatela a morsi questa vita meravigliosa’. Eppure io con la mente sognavo già le foglie secche e iniziavo a dare forma alle idee di quelli che poi sarebbero diventati i capi che oggi vi presento con mia grandissima emozione ed agitazione.

Come sempre, all’inizio i pensieri erano confusi e si accavallavano tra loro in maniera prepotente, sembrava quasi che non ci fosse una logica a legare le mie idee, continuavo a ripetermi ‘ma no Carla, questa idea è meravigliosa ma, cavolo, cosa c’entra un abitino cosi bon ton con quest’altro capo dallo stile molto street e metropolitano? Questa manichetta a campana romantica con le felpe e le culotte in maglina?’. Non trovavo un filo conduttore che giustificasse ai miei occhi il termine ‘collezione’ ed ho ben presto compreso che cercandolo fuori da me, avrei continuato a non trovarlo all’infinito. Perchè quello che mi è stato chiaro dopo, è che per me il filo conduttore non potevo che essere io stessa. Non vi so neppure descrivere la gioia ed il sollievo che ho provato quando mi sono, finalmente, autorizzata a seguire solo il mio cuore, i miei gusti e il mio desiderio di dare vita a qualcosa che raccontasse di me e della donna in cui, giorno dopo giorno, mi sto trasformando. Cosi mi sono interrogata su quali fossero gli ingredienti che dovevo assolutamente buttare dentro questa nuova ricetta e quello è stato il primo passo reale verso la nascita di questa collezione che tanto amo.

  1. ‘Delicatezza’, mi sono subito detta. Voglio ci sia delicatezza perchè è una delle mie scoperte più recenti nel vestire. Voglio balze morbide, colletti romantici, fiori e dettagli sognanti.
  2. ‘Comodità’ perchè molto spesso sembra debba essere sacrificata a favore del ‘bello’ ed io credo invece che la conquista più grande sia riuscire a trovarli entrambi nello stesso capo.
  3. ‘Carattere’, perchè desidero che i capi che nasceranno parlino anche un pò dei miei sforzi per riuscire a costruire un sogno, della mia determinazione nel perseguire i miei obiettivi, del mio bisogno di provarci sempre e comunque, anche quando sembra impossibile riuscire.
  4. ‘Esclusività’, perchè mi rende felice sapere che in un capo di abbigliamento o in una borsa possano confluire la ricerca, lo studio e l’attenzione che li rendano unici. Di questo vi parlo meglio qui.
  5. ‘Versatilità’, perchè voglio riuscire a dare vita a capi che assecondino i nostri umori e diventino, giorno dopo giorno, ciò che noi vogliamo diventino attraverso un accessorio o un dettaglio diverso.

Da queste basi ho dato il via alla mia ricerca di colori e tessuti e, contestualmente, allo studio di quelli che sarebbero stati i nuovi modelli da proporre. A differenza delle scorse stagioni, questa volta il mio approccio è stato molto più attento e strutturato. Ho stabilito che volevo dare vita ad una collezione che fosse completa sotto ogni punto di vista, anche e soprattutto dal punto di vista della proposta dei modelli e della cura dei dettagli ed è cosi che, per la prima volta, compaiono in Casa Sputnik:

  • i capispalla;
  • diversi modelli di pantaloni;
  • le felpe;
  • i colletti e le tasche.

E’ nata una collezione che rispecchia fedelmente la donna che sono e le donne che fanno parte della mia vita e che mi ispirano quotidianamente.

Una collezione che ti permette di essere ogni giorno ciò che decidi di essere, sportiva, elegante, comoda, ricercata, romantica e unica.

Una collezione che ti accompagna nei diversi momenti della tua giornata, che corre in metro con te verso un incontro di lavoro, che ti accompagna ad un tè con le tue amiche, ad un appuntamento che ti fa battere il cuore, alla conquista di tutto ciò che di questa folle vita deciderai di conquistare.

Una collezione che non ha etichette nè schemi, che non ti ingabbia in uno stile ma ti lascia dettare le tue regole e raccontare il tuo gusto.

Una collezione in cui i capi giocano tra loro e cambiano essenza a seconda degli abbinamenti e degli accessori che scegli di abbinar loro.

Una collezione libera, perchè ciò che davvero conta e che fa la differenza sei tu, il tuo modo di indossare ogni singolo capo, la storia che decidi di raccontare indossandolo, il desiderio che hai di parlare di te e per te.

Vésti(ti) di te, vésti(ti) per te.

Sara Allori

Spero si riesca a leggere quanto amore e quanto impegno hanno dato vita a tutto questo e spero che anche a voi possano brillare gli occhi tanto quanto brillano a me quando riguardo queste foto e ripenso a tutto quello che per me raccontano.

Un ringraziamento speciale a Sara, perchè ‘Vésti(ti) di te’, il nome di questa collezione, nasce dal suo immenso amore per le parole messo a disposizione, con grande affetto e dolcezza, di questo progettoe a Marta di ‘Le scarpe di Marta‘ per aver accolto con entusiasmo la mia proposta di abbinare le sue scarpe artigianali ai miei capi creando un magico connubio fatto di semplicità e bellezza.

E un grazie immenso a voi che mi avete incoraggiata, consigliata, supportata, ispirata, coccolata, consolata, spronata e soprattutto mi avete voluto bene e avete sempre creduto in me.

Lascia un commento

Devi effettuare l'accesso per inserire un commento.